Buone vacanze!

5 agosto 2016
ebbene sì, un altro anno è passato e anche queste vacanze estive 2016 sono arrivate..

in realtà il tempo qui nel milanese non è propriamente estivo: ha fatto due acquazzoni nel giro di poche ore, un temporale, vento a manetta e ci sono circa 18 gradi..
ma mi consola sapere che al mare, dove io andrò domani, c'è il sole e fa caldo..

non mi resta che augurare a tutti voi delle buone vacanze e che il riposo e il divertimento siano con voi!

Liberate i cani #5..

26 luglio 2016
mi piace vedere le famiglie che la domenica vanno a fare una passeggiata in bicicletta sulla riva del fiume.. o la vecchina che la mattina presto inforca la bici per andare a prendere il pane fresco.. o il solitario che alle 6:00, armato di buona volontà, si fa un giretto per tenersi in informa prima di andare al lavoro..


ma ci sono anche delle categorie di ciclisti che proprio non sopporto..

non sopporto i ciclisti che si lamentano della mancanza di piste ciclabili, ma quando ne hanno a disposizione una larga 10 mt preferiscono comunque marciare sulla statale in mezzo al traffico.. probabilmente pensano che la ciclabile sia come la corsia libera più a destra in autostrada: è solo per veicoli lenti e sfigati..

non sopporto i ciclisti che alle 18:00 marciano sulla statale in gruppi da 50 individui, rigorosamente in coppia o a tre, e che fanno lo slalom tra le macchine ferme in coda.. tanto poi se vengono investiti la colpa è dell'automobilista..

non sopporto i ciclisti che all'improvviso sbucano dalle stradine sterrate secondarie (che non sono nemmeno segnalate sulle mappe) e che a tutta velocità si lanciano in mezzo alla tua corsia.. e che quando gli suoni il clacson per fargli capire che ha rischiato di rimanere spiaccicato e deve solo ringraziarti perché hai i riflessi pronti, invece ti tirano dietro un carretto di insulti..

e voi amici, cosa ne pensate dei ciclisti?
siete ciclisti anche voi?
fate parte di quelli composti e rispettosi o degli amanti del rischio?

Le mie settimane 6 giugno - 17 luglio 2016..

18 luglio 2016

1 - ormai i miei capelli verdi erano diventati una cosa oscena, una via di mezzo tra una ricrescita e uno shatush molto alto.. così, complice un matrimonio, ho fatto un salto dal parrucchiere (peraltro non il mio) e ne sono uscita castana, giusto per essere sicuri che il verde non facesse capolino dopo il primo lavaggio..

2 - dopo più di un anno dal nostro cambio di residenza, abbiamo finalmente appeso due quadri! non so se anche nelle vostre località di vacanza, l'estate scorsa, andavano di moda questi disegni fatti con la vernice spray, ma sta di fatto che a noi erano piaciuti molto e non sapendo quale scegliere li avevamo comprati tutti e due.. e adesso fanno la loro porca figura in cameretta..

3 - l'apericena ti salva la vita! perché quando hai ospiti con gusti diversi e non hai idea di cosa cucinare, allora l'apericena fatto di mille piatti sfiziosi ti viene in aiuto..

4 - e poi come rinunciare a una cena a base di casoncelli e polenta con il formaggio per fare della beneficenza?! e anche se l'Italia ha perso, la Festa del Sorriso è stata come sempre un successo..

5 - sto diventando una maniaca dell'ordine e la foto lo dimostra.. praticamente sto cercando di ordinare tutto quello che c'è in casa, sto comprando contenitori a manetta e Tatino già mi odia.. adesso, visto l'arrivo delle vacanze, mi darò una calmata; ma per quando rientrerò dalla vacanze ho già in mente grandi progetti!

6 - chi di voi sa cos'è l'ittiolo o ha avuto la sfortuna di provarlo, può immaginare cosa ha costretto Tatino a casa per una settimana.. quelli che non lo sanno possono andare a documentarsi, ma vi avviso che fa abbastanza schifo.. e dopo due settimana di cure, ho una fidanzato con un buco sulla schiena..

7 - l'ultima volta che sono andata a mangiare da McDonald's ho passato il pomeriggio con il panino che galleggiava nello stomaco (e tenete presente che di solito digerisco i sassi).. gli hamburger preparati in casa sono invece tutt'altra cosa: carne chianina, insalata e pomodoro freschi, un velo di maionese e una fettina di formaggio.. e come direbbe Tatino: NIENTE CETRIOLINI!

Liberate i cani #4..

22 giugno 2016
e anche stasera ho avuto i miei attimi di terrore sulla statale: quello davanti a me, mentre guidava, mandava imperterrito messaggi a non so chi e quella davanti si faceva i selfies con la bocca a culo di papera.. 

sono davvero curiosa di sapere chi incontrerò domani?!

La spesa intelligente..

21 giugno 2016
come vi avevo accennato in un post precedente, da qualche mese io e Tatino stiamo adottando un nuovo metodo per fare la spesa..
in realtà prima seguivamo l’istinto e ci lasciavamo ispirare da quello che offriva il supermercato.. questo però comportava due grossi problemi: il totale astronomico dello scontrino e lo spreco di cibo..
il metodo che stiamo adottando in sé non è nulla di rivoluzionario e sicuramente un sacco di persone già lo utilizzano.. quello che ho fatto è stato cercare in rete le basi per una spesa intelligente, per poi adattarle alle nostre necessità..
il metodo consiste nel programmare un menù dettagliato per la settimana e di conseguenza stilare una lista della spesa esclusivamente in base a questo menù..
leggendo questo post vi sembrerà un procedimento lungo e complicato perché composto da diversi passaggi e forse non adatto a tutti; in realtà vi posso garantire che si tratta di una di quelle cose che sono più difficili a dirsi che a farsi.. dopo un paio di volte diventa tutto automatico e in meno di un’ora il lavoro è fatto.. 

un’altra cosa che vi posso garantire sono i risultati: da subito il totale dello scontrino si è praticamente dimezzato e ovviamente, comprando solo il necessario, ormai non sprechiamo nulla..


STEP 1: IL MENU'


innanzitutto noi non abbiamo scelto come settimana di ferimento quella classica dal lunedì al venerdì, ma quella che va dal pranzo del sabato della settimana corrente alla cena del venerdì della settimana successiva.. in questo modo, facendo la spesa il venerdì sera, quando arriviamo a casa il frigo e la dispensa sono vuoti e pronti per "accogliere" le nuove provviste, dato che queste si esauriscono con la cena del venerdì..
il menù viene stilato in base a quello che già c'è in casa in modo da evitare gli sprechi e anche in base agli impegni della settimana.. per esempio, quando torno tardi dalla piscina non ho tempo né voglia di cucinare, perciò mangerò qualcosa di freddo o che deve solo essere scaldato in microonde..
per nostra comodità il menù è appeso al frigorifero in modo da averlo sempre sott'occhio, soprattutto perché un paio di giorni a settimana mi cimento nel  meal prep, ovvero preparare in anticipo alcune pietanze per i giorni successivi.



 
per comodità mia riporto lo stesso menù anche sulla mia agenda così, in caso di bisogno, ho la situazione sotto controllo.. per esempio il venerdì io e la mia Collega pranziamo al bar; per non mangiare la stessa cosa che mangerò a cena, sbircio il menù e il gioco è fatto..
a mio avviso il fatto di preparare un menù settimanale non permette solo di essere più organizzati, ma anche di avere un quadro generale delle nostre abitudini alimentari per prevenire la monotonia a tavola, per sviluppare la creatività culinaria e dare maggiore attenzione alla nostra salute..

STEP 2: LA LISTA DELLA SPESA



 
la lista della spesa viene stilata SOLO ED ESCLUSIVAMENTE in base al menù, ovvero inserendo quello che è necessario per preparare i piatti stabiliti e che al momento non è disponibile in casa.. fanno eccezione i prodotti base che non devono mai mancare e che, nel momento in cui finiscono, noi annotiamo sul blocchetto appeso al frigo..
inoltre i prodotti vengono suddivisi in diverse categorie scelte in base alla tipologia del prodotto e alla disposizione all'interno del supermercato in modo da facilitarci gli acquisti..



 
STEP 3: I BUONI SCONTO E LE OFFERTE



 
avete presente quel computerino che sta di fianco alla cassa e che alla fine dello scontrino sputa fuori i buoni sconto? ecco, noi ne collezioniamo due o tre a settimana.. ma i buoni sconto sono inutili se vengono nascosti nell'angolo più remoto del portafogli e li si dimentica lì..
quello che ci capitava prima era di ricordarci del buono sconto quando ormai a spesa finita o quando era ormai scaduto.. adesso abbiamo imparato la lezione e li raccogliamo in una busta.. dopo aver compilato la lista andiamo a vedere se possiamo usufruire di qualche sconto e per ricordarci di presentare il buono in cassa, scrivo un BS in rosso di fianco al prodotto..




un altro strumento fondamentale è il volantino delle offerte: in questo caso, se un prodotto della lista è in offerta, di fianco scrivo il costo e la marca, così quando siamo davanti allo scaffale andiamo a botta sicura..
ricordatevi però che le offerte del supermercato sono un piaga per la spesa settimanale: spesso ci traggono in inganno, ci fanno credere di avere bisogno di un prodotto, ci spingono a riempire il carrello e sono quelle che alla fine fanno aumentare il totale dello scontrino.. 
l'unica eccezione sono quei prodotti che hanno una scadenza molto lunga e che sono di uso comune (come la pasta, i detersivi, i prodotti per l'igiene, i condimenti) e con i quali possiamo stare tranquilli..
per tutto il resto, meglio attenersi sempre alla lista..
Powered by Blogger.